Le tue ricerche

Ricerca personalizzata

martedì 30 novembre 2010

Muscolo di grano ottimo sostituto nei piatti di carne

Il muscolo di grano è considerato l'alternativa italiana al seitan, per le notevoli caratteristiche in comune con questo alimento.

Tuttavia, a differenza del seitan, il muscolo di grano è molto meno conosciuto.

Il muscolo di grano è stato ideato da Enzo Marascio intorno al 1992 e la sua origine geografica è ben precisa e circoscritta: la Calabria. Si tratta di un preparato a base di farina di frumento della qualità Cappelli (qualità selezionata a Foggia nel 1915), farina di legumi o soia, olio (nella ricetta originale è extravergine di oliva) e spezie. L'unico sale aggiunto è il cloruro di sodio (il comune sale da cucina). Questo impasto originale forma il muscolo, ove il termine denota l'intenzione del suo ideatore di presentarsi come un'alternativa alla classica fettina di manzo. Il prodotto è stato ulteriormente perfezionato per dare origine all'arrosto, allo spezzatino e anche agli affettati. Infatti il prosciutto derivato dal muscolo di grano si può affettare come il classico prosciutto di maiale. Anche il colore è più rossastro, grazie all'aggiunta del pomodoro. L'ideatore di questo alimento esclude l'utilizzo di coloranti di alcun tipo.

 Le caratteristiche nutrizionali sono il punto di contatto con il seitan. Infatti il muscolo di grano è un alimento dalle spiccate proprietà proteiche: le proteine derivano dal glutine del grano, dai legumi e dalla soia. Tuttavia sul sito dedicato a questo alimento non ci sono informazioni precise, si dice semplicemente che la quota proteica è predominante su quella dei carboidrati e dei grassi, con l'apporto di sette amminoacidi essenziali. Visti gli ingredienti, è ragionevole pensare che ciò sia vero, anche se sarebbe stata apprezzabile una scheda nutrizionale completa. Inoltre la componente proteica è di origine vegetale, quindi priva di colesterolo. Non sono note le proprietà di assimilabilità di queste proteine (il loro valore biologico, ovvero in che percentuale riescono a essere assimilate dall'organismo).
La fonte lipidica è prevalentemente quella dell'olio extravergine di oliva, quindi di ottima qualità. L'assenza di nitriti e nitrati (la conservazione è fatta solo dal cloruro di sodio) e di coloranti ne accrescono i pregi secondo le direttive della dieta italiana. L'unico dato quantitativo riportato sul sito è l'apporto calorico, intorno alle 140-150 kcal ogni 100 g, quindi equivalente a una fettina molto magra o alla carne di cavallo.

L'impasto degli ingredienti con acqua dà origine a una "bistecca" di colore leggermente tendente al rosa-giallo, dal gusto simile al pane appena tolto dal forno con un retrogusto di spezie, tra cui spicca il peperoncino. Le varianti come lo spezzatino hanno un retrogusto simile a quello del fegato o dei funghi, mentre l'affettato esalta il sapore delle spezie.
Confronto con il seitan - L'accostamento con il seitan è dovuto al fatto che entrambi gli alimenti sono prevalentemente proteici, di origine vegetale, a basso apporto di grassi. A differenza del muscolo di grano, il seitan è un amalgama di farina di grano, (o anche farro e kamut), insaporita con salsa di soia e kombu, un'alga appartenente alle Laminarie (generalmente la specie giapponese, Laminaria japonica, o inglese, Laminaria digitata). Il seitan contiene solo quattro aminoacidi, mentre l'apporto calorico è leggermente inferiore (100-120 kcal ogni 100 g) rispetto al muscolo di grano. A differenza di quest'ultimo, l'apporto proteico è ben conosciuto, ed è pari a circa 18 g di proteine ogni 100 g.

 Il muscolo di grano è utilizzabile come fonte proteica ad apporto nullo di colesterolo, quindi come alternativa a legumi (che però probabilmente hanno un apporto proteico più basso), alle bistecche di soia, al seitan e al tofu. Se si gradisce il sapore e si supera la diffidenza iniziale e la difficoltà dell'impatto psicologico (non è facile abituarsi al colore e l'accostamento alla carne fa sì che ci si aspetti un gusto più deciso), può essere utile per diversificare le fonti proteiche di origine vegetale. Non è però equivalente alla carne, in quanto non sono presenti tutti gli aminoacidi essenziali, caratteristica propria delle proteine complete del mondo animale. Il muscolo di grano quindi non è un'alternativa alla carne, ma può essere interessante in quanto in una dieta varia ed equilibrata può essere utile variare le fonti proteiche. Nel caso di necessità di riduzione del colesterolo assunto nei cibi, il muscolo di grano, come il seitan, la soia e derivati, è una possibilità per raggiungere una quota proteica significativa della dieta, per lo meno dal punto di vista quantitativo, se non qualitativo. Il muscolo di grano, per la presenza di glutine, non è adatto ai celiaci. http://www.albanesi.it/
Reperibilità:
I prodotti di possono trovare da Natura sì oppure in vendita online.
Questo è il sito del prduttore dove si può anche ordinare http://www.muscolodigrano.it

3 commenti:

  1. Scusate la piccola auto-pubblicità.
    Muscolo di grano è un prodotto fantastico. Si trova in molte versione e naturalmente lo abbiamo anche noi a catalogo.

    Siamo una piccola associazione con uno shop-online

    http://shop.ivegan.it

    ^___^


    Grazie!

    RispondiElimina
  2. Grazie a te per l'informazione!!

    RispondiElimina
  3. Cari però ! si trova a meno!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...