Le tue ricerche

Ricerca personalizzata

giovedì 4 ottobre 2012

Pranzo vegetariano in Senato per il 'Vegday'


Roma, 3 ott. (Adnkronos) - Pranzo speciale, oggi al ristorante del Senato: primo, secondo e contorni tutti esclusivamente vegetariani, e a costo zero per i senatori. L'iniziativa, si legge in una nota, è organizzata dalla Lega antivivisezione, in occasione del Vegday e "nell'ambito della campagna www.cambiamenu.it, finalizzata a promuovere la scelta di menu totalmente verdi almeno una volta a settimana, sollecitando anche l'offerta di alimenti senza ingredienti di origine animale in tutti i luoghi di ristoro pubblici, convenzionati o privati". La Lav, a sue spese, proporrà ai senatori "di scegliere un gustoso menu privo di ingredienti animali, ideato da uno storico ristorante specializzato della Capitale che vanta un'esperienza più che trentennale". La proposta riprende iniziative simili organizzate in tutto il mondo, dal Belgio agli Stati Uniti, ''per diffondere la buona pratica di mangiare in modo consapevole almeno in un determinato giorno della settimana, nel caso del nostro Paese il mercoledì''. "Preferire pasti vegetali almeno una volta a settimana è una scelta altamente responsabile perché l'impatto che la produzione di carne ha sull'ambiente, sulla vita di miliardi di animali e sulla nostra salute è una vera emergenza che ci riguarda tutti ­- afferma il presidente della Lav Gianluca Felicetti -. L'iniziativa viene accolta oggi, durante la settimana vegetariana internazionale, nel luogo di ristoro del Senato, con l'auspicio che questo organo legislativo contribuisca a rendere ovunque più accessibile questa scelta alimentare già praticata in Italia da milioni di persone. Lo stile alimentare Veg oltre ad essere salutare e consigliabile per la prevenzione di molte patologie, rappresenta anche un settore economico in espansione, innovativo e in grado di valorizzare la tradizione culinaria mediterranea davvero amica degli animali". "Tutti possono praticare il Vegday, a casa come in mensa, al ristorante o al bar, preferendo menu senza ingredienti di origine animale e seguendo i consigli e le ricette pubblicate su cambiamenu.it - prosegue Paola Segurini, responsabile Lav settore VEG - E l'1 e 2 dicembre porteremo il Vegday nelle principali piazze d'Italia invitando Istituzioni, aziende e privati ad aderire: metteremo a disposizione menu ed esperti come chef di alta cucina''. ''Tutti dobbiamo essere consapevoli -prosegue- dell'impatto che la produzione e il consumo di carne hanno sulla nostra esistenza: è stato calcolato che una persona che sceglie un menu vegan una volta a settimana nell'arco dell'anno (52 settimane) contribuisce a produrre emissioni di gas serra corrispondenti a soli 5,9 autoveicoli in strada, mentre il consumo di carne con la stessa frequenza (una volta a settimana per 52 settimane) fa impennare le emissioni di gas serra all'equivalente di 22,8 autoveicoli''. Il menu interamente vegetale realizzato in questa occasione per il ristorante di Palazzo Madama, proposto su iniziativa della Sen. Silvana Amati, segretario di Presidenza, ''offre ai commensali l'opportunità di una scelta in più, senza alcun costo per i cittadini. Antipasto: Crostini di polenta integrale servita con radicchio trevigiano grigliato e crema di ceci al rosmarino. Primo piatto: Casarecce ai funghi porcini con pachino basilico e peperoncino fresco. Secondo piatto:Filetto di Seitan alla veneziana con barolo e cipolle rosse di Tropea brasate. Contorni: Scarola ripassata con uvetta e pinoli, Cianfotta Napoletana con patate zucchine e melanzane. Dolci: Tortino tiepido fondente con cuore di cioccolato fuso al peperoncino e gelato di pistacchio di Bronte. Apple Crumble croccante alle mele con noci zenzero e crema alla vaniglia.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...